Riceviamo e pubblichiamo questa lettera firmata.

Spett. le FIAM,
il 21 marzo scorso mi sono recato a Monaco in Germania per visitare il Museo aeronautico locale e sono rimasto strabiliato da tutto ciò che ho potuto ivi vedere.
Grande è stato l’impatto emotivo quando ho potuto ammirare anche la ricca collezione di aeromodelli ivi presente tra cui il modello F2A (velocità in VVC) di Dusi/Ricci o il motore OPS 40 che era inserito in una turbina Boss ed ovviamente ho dovuto fare una riflessione, per niente positiva,  sui i musei tecnici italiani.
Il giorno dopo ho proseguito per Sinsheim ove ho potuto nuovamente ammirare il museo aeronautico sia all’aperto che al coperto per poi recarmi alla “Messe” di modellismo che proprio in quei giorni si teneva in loco.
In essa ho acquistato anche un Kit, pronto al volo, della JAMARA di un aliante K21 con il pilone di propulsione retrattile elettrico che mi aveva molto intrigato a parte il costo modesto  al quale veniva venduto (€ 86,00 contro gli oltre 100 in Italia).
Una volta  a casa mi accorgevo che il MIXER ivi previsto per collegare la fuoriuscita dalla fusoliera  del pilone con l’elica con l’avvio ritardato del motore, pur essendo contemplato nelle istruzioni, non era presente.
Dopo aver cercato di sostituirlo con dei sistemi elettronici previsti nella mia radio ho alla fine rinunciato per le difficoltà oggettive legate anche alla limitatezza della trasmittente ed ho optato per scrivere una gentile lettera direttamente alla JAMARA tedesca.
Dopo solo un giorno mi è giunta la risposta ove mi si chiedeva se avessi a mie mani uno scontrino di acquisto.
Spiegato che non mi era stato dato ho comunque inviato il biglietto di ingresso alla fiera e la riproduzione in pdf della copertina delle istruzioni del K21.
Ebbene dopo due giorni mi è arrivato un pacchetto dalla Germania contenente il MIXER ed il ricco catalogo della JAMARA, nonché un simpaticissimo portachiavi, il tutto gratuitamente.

Che grande azienda è la e che grande paese è la Germania!